Histoires de la mode: Didier Grumbach pubblica un libro

Presentato nei giorni scorsi al Museo delle Arti Decorative di Parigi, il libro Histoires de la mode - scritto da Didier Grumbach, presidente della Fédération Française de la Couture - racconta il mondo del fashion visto da uno dei suoi protagonisti.
Grazie al proprio percorso personale e professionale, Grumbach ha raccolto nel volume documenti e testimonianze emblematiche, che fanno di questa pubblicazione un testo esaustivo e globale, ma al tempo stesso tutt’altro che freddo e didascalico. L’atmosfera febbrile e suggestiva delle sfilate, il percorso eccezionale degli stilisti di talento, l’evoluzione delle griffe che hanno segnato la storia di un settore in bilico fra creatività e business, i risvolti economici e politici: tutto questo e altro ancora è racchiuso in “Histoires de la Mode”, attraverso confidenze carpite nei backstage e inediti d’archivio.
Si va per esempio dalla nascita dell’alta moda a quella del prêt-à-porter, dal défilé di Paul Poiret nel 1933 all'exploit di Thierry Mugler negli anni Ottanta, fino all’affermazione dei grandi gruppi nel Duemila.
“Questa pubblicazione - ha dichiarato Grumbach - ambisce a svelare le dinamiche, creative ma non solo, che stanno dietro i mestieri della moda, cercando di tracciare le prospettive di un comparto influenzato sia dalle proprie radici, sia dal contesto economico”. Histoires de la Mode (Editions du Regard) sarà inizialmente disponibile in Francia, già a partire da questo mese. Tra i numerosi ospiti presenti all’evento di presentazione, Pierre Bergé, Jean-Louis Scherrer, Alber Elbaz, Jean-Charles de Castelbajac, Lefranc-Ferrant, Udo Edling, Adeline André, Franck Sorbier.
v.t.
stats