Hugo Boss, dagli Usa accuse di falso in bilancio

Ancora problemi dagli Stati Uniti per Hugo Boss, accusata di falsificazione di bilancio e oggetto di un ricorso (una class action) presentato da uno studio legale tedesco. Il gruppo ha smentito le ipotesi di falso. Tuttavia, nel corso degli ultimi mesi Hugo Boss è stata costretta a un doppio profit warning che la società ha imputato, in via predominante, proprio alle difficoltà emerse sul mercato a stelle e strisce. A seguito di verifiche contabili, lo stesso gruppo tedesco aveva ammesso che il valore delle scorte di magazzino avrebbe subito una sensibile revisione al ribasso. Contestualmente, Hugo Boss aveva provveduto a licenziare in tronco l'amministratore delegato e il direttore finanziario della filiale Usa. Un episodio poco chiaro cui si aggiunge adesso l'accusa di falso, con l'ipotesi che la casa di Metzingen abbia mentito agli azionisti, tra novembre 2001 e maggio 2002, riguardo al fatturato realizzato negli Stati Uniti.
l.t.
stats