Hugo Boss: il management pensa di migliorare i risultati record del 2011

Dopo un 2011 in netta crescita, nel nuovo esercizio i vertici di Hugo Boss si aspettano un ulteriore progresso nei ricavi intorno al 10% (a parità di cambi), sostenuto da incrementi in tutti i mercati di riferimento e in ogni canale distributivo. Nei piani del ceo Claus-Dietrich Lahrs, anche l'apertura di 50 nuovi store.
Ipotizzando maggiori spese per investimenti finalizzati al rinnovo dei negozi esistenti e all'espansione del network retail, il management ha prospettato per la fine del 2012 una crescita del margine operativo lordo adjusted a un tasso leggermente superiore a quello stimato per il fatturato.
Lo scorso anno il fashion group di Metzingen ha totalizzato 2,06 miliardi di euro di giro d'affari (+19% rispetto al 2010) e un utile netto di 291 milioni (+54%). Così all'assemblea annuale degli azionisti sarà proposto un dividendo di 2,88 euro per azione, dai 2,02 euro del 2010. Allo stesso appuntamento, fissato per il 3 maggio, il managing board e il supervisory board sottoporranno ai soci una semplificazione della struttura dell'azionariato, mediante la conversione di tutte le azioni privilegiate in titoli con diritto di voto.
e.f.
stats