I giovani dell’Incubatore: una ventata di italianità alla Japan Fashion Week di Tokyo

Hanno sfilato ieri al Tokyo Midtown i sei giovani stilisti italiani selezionati nella 2° edizione dell’Incubatore della Moda, iniziativa attivata dalla Camera Nazionale della Moda Italiana con il contributo del Comune di Milano e in collaborazione con ICE.
Le ottime collezioni A.ve Ante Vesperum Edicta, disegnata da Elena Pignata e Valentina Vizio, Gilda Giambra, BeeQueen by Chicca Lualdi, San Andrès Milano di Andrès Caballero, Leitmotiv di Fabio Sasso e Juan Caro, e Federico Sangalli Milano hanno dato alla Japan Fashion Week, giunta alla sua settima edizione, un tocco di italianità.
Dalla collezione concettuale di A.ve Ante Vesperum Edicta ai capi di alta sartorialità della bella collezione di Federico Sangalli, passando per i pezzi divertenti ma estremamente pratici di Gilda Giambra, alle stampe e agli accessori di Leitmotiv, alla collezione innovativa di San Andrès Milano, la moda italiana dei giovani stilisti dimostra capacità di essere all’avanguardia pur nel solco del vero “made in Italy”, ovvero della tradizione.
Non è classicità la loro, anzi. È avanguardia e sfida, sia in fatto di stile che a livello di mercato. Perché questi ragazzi lo hanno capito: il momento della distruzione - delle forme, dei tessuti, dei concetti - è passato. Oggi è il momento di ricostruire, proprio partendo dalle forme, anche nella moda.
s.v.
stats