I nostri referendum: i dettaglianti votano la moda infantile

I dettaglianti italiani sentiti da Fashion (circa una sessantina, titolari di multimarca sparsi su tutta la Penisola) eleggono Monnalisa best brand per la creatività ma anche in termini di sell out e nell'assistenza in negozio.
L'azienda aretina conquista inoltre il secondo e il terzo posto in altri quesiti del referendum dedicato all'autunno inverno 2011-2012.
L'etichetta di childrenswear più nominata in assoluto è però Il Gufo, presente in tutte le nove categorie sondate e sul primo gradino del podio alle seguenti voci: collezione più apprezzata in base al rapporto qualità-prezzo; puntualità nelle consegne e riassortimenti in stagione; campagna pubblicitaria più convincente.
Medaglie d'oro anche a Simonetta, ma per il catalogo e il sito web. Il marchio marchigiano conquista inoltre il terzo posto, a pari merito con Diesel e Il Gufo, per le attività sul punto vendita (come il merchandising e la formazione).
Tra gli altri brand che compaiono a vario titolo ai primi posti anche Armani Junior, Manila Grace, che ha debuttato con la bimba nella primavera-estate 2011, Take Two Teen, in capo alla Dynamic Jeans Manifatture di Padova, Minifix della Fixdesign di Carate Brianza (Mb) e Miss Grant della bolognese Grant. Uniche griffe straniere sono l'inglese Burberry e la francese Moncler (i risultati in dettaglio si leggono sul numero 1816 di Fashion in edicola dal 20 gennaio).
e.f.
stats