I nostri referendum: i dettaglianti votano la moda maschile

In una primavera-estate che ha dovuto fare i conti con forti difficoltà di vendita, sono una decina i marchi che si sono evidenziati per le performance positive. Questo almeno è il parere della sessantina di titolari di multimarca di target elevato che hanno partecipato al nostro referendum.
Primo fra tutti i brand segnalati è Moncler, che si è distinto per il miglior sell out e il più equilibrato rapporto qualità-prezzo (quest’ultimo parimerito con Burberry).
Per quanto riguarda, invece, la creatività il primo posto spetta a Gucci.
La maison Dolce & Gabbana si è distinta per la puntualità delle consegne e per i riassortimenti, insieme ai servizi offerti ai punti vendita in termini di allestimento vetrine, visual merchandising e attività promozionali (insieme a Dirk Bikkembergs).
Ancora: la società guidata da Domenico Dolce e Stefano Gabbana si è meritata la medaglia d’oro per la più efficace campagna istituzionale, il sito Internet più bello e il catalogo più valido (in quest’ultimo caso la pole position è condivisa con Armani Collezioni).
Infine, a vario titolo nel nostro sondaggio sono stati citati D&G, Dsquared2, Fay, Giorgio Armani, It Holding, Peuterey, Prada, Ralph Lauren, Stone Island e Versace.
L’articolo “I nostri referendum” in versione integrale è pubblicato sul numero 1711 di Fashion in uscita oggi.
e.c.
stats