I nostri sondaggi: accessori ad alto gradimento

In Italia vendite in aumento, questo autunno-inverno, per borse, scarpe, cinture e altri accessori. Le grandi griffe e i must di stagione mettono a segno le performance migliori e il successo del settore sembra destinato a proseguire.
Non mostra cedimenti, ma al contrario si consolida di stagione in stagione, il successo degli accessori.
La clientela maschile e soprattutto quella femminile sembra attribuire un ruolo sempre più fondamentale nello shopping a calzature, borse, cinture e tutto ciò che fa da complemento al vestire.
Questo almeno emerge dai risultati del nostro sondaggio, condotto su un campione di plurimarca di target alto, specializzati e non in accessori, sparsi in tutta Italia.
L’autunno-inverno 2005-2006 ha registrato nuovi incrementi delle vendite. Trainate innanzitutto dagli articoli di impronta più moda e dalle griffe più di tendenza, le performance si sono collocate ben al di sopra di quelle dell’abbigliamento. Tutti pazzi per gli accessori firmati, dunque?
A spiegare le ragioni di questa espansione sembra essere un mix vincente di diversi fattori, non ultimi l’ampliamento dell’offerta e la creatività dei produttori.
Sempre meno numerose sono le collezioni moda che non presentano una propria linea di accessori, mentre sul fronte della distribuzione aumentano gli spazi dedicati a questi articoli tanto da arrivare in parecchi casi all’apertura di punti vendita ad hoc.
Dati alla mano, nell’autunno-inverno una maggioranza pari al 61% degli interpellati riferisce un’accelerazione del sell-out di accessori donna rispetto allo scorso anno. Il restante 39% ha mantenuto un fatturato stabile e non si segnala alcun calo delle vendite.
In campo maschile la situazione resta positiva, anche se leggermente meno brillante. Il 58% dei dettaglianti ha evidenziato un incremento del giro d’affari, il 36% ha ottenuto risultati simili all’anno precedente e solo il residuo 6% ha venduto di meno.
Nei punti vendita intervistati il gentil sesso ha fatto man bassa soprattutto di borse e cinture, ma sono andate bene anche scarpe e stivali. La cintura è stata protagonista anche degli acquisti per lui, seguita dalle calzature prevalentemente sportive e da berretti e cappellini.
L’articolo completo “Le carte in tavola” sarà pubblicato sul numero 1580 di fashion in uscita il 21 febbraio.
stats