I nostri sondaggi: vendite uomo in leggera ripresa

Dopo un inverno da dimenticare, questa stagione le vendite dell’uomo sono in lenta ripresa. Migliore l’andamento dell’abbigliamento, più in crisi gli accessori. Questi i dati clou del nostro sondaggio realizzato con ottanta dettaglianti in tutta Italia. I risultati messi a segno dall’abbigliamento maschile sono tutto sommato accettabili, mentre preoccupa di più la sofferenza patita, nell’ultimo anno, dagli accessori. In ogni caso il moderato ottimismo riguardo alle previsioni, in generale, per il prossimo autunno induce a sperare anche in una ripresa del sell out delle calzature, l’accessorio uomo per eccellenza. Sul problema abito, invece è difficile intravvedere una concreta possibilità di rilancio nel breve. Dati alla mano, il 40% degli intervistati lamenta una flessione delle vendite di abbigliamento (56% e 26% i valori di confronto rispettivamente di 6 e 12 mesi fa), il 33% conferma gli stessi risultati dello scorso anno (34% e 51% il paragone) e l’ultimo 23% vanta una crescita del sell out: dopo la débâcle di questo inverno, in cui solo il 10% parlava di incrementi, è stata recuperata la posizione della scorsa estate. Sul fronte top dei top stravince, di nuovo, il jeans - soprattutto di gusto vintage, con strappi e scoloriture - anche se questa stagione l’abbinamento preferito è con la camicia al posto della T-shirt. Di conseguenza abito, giacca e capispalla in generale, ancora una volta, sono i capi che deludono le aspettative dei dettaglianti. La griffe più gettonata dalla clientela è Dolce & Gabbana che spadroneggia in modo quasi sfacciato, seguita a distanza da Roberto Cavalli, D&G e Giorgio Armani. Gli accessori, dopo stagioni con sell out a dir poco straordinari, adesso pagano pegno. Lo shopping di questa primavera-estate è comunque leggermente migliorato rispetto al buco nero nel quale era scivolato lo scorso inverno: il 43% dei negozianti intervistati accusa una flessione del giro d’affari (52% e 18% i dati di confronto rispettivamente di 6 e 12 mesi fa), il 33% dichiara le stesse vendite dell’anno passato (21% e 43% il raffronto) e solo il 24% si rallegra (contro il 27% e il 39%). Best seller è la cintura - soprattutto i modelli con materiali, inserti o disegni particolari -, al secondo posto le scarpe sportive e al terzo le scarpe in generale. L’intero sondaggio sarà pubblicato sul numero 1430 di Fashion, il 21 giugno prossimo.
e.c.
stats