I numeri danno ragione alla Milano Design Week, visitatori in crescita del 10%

All’entusiasmo respirato a Milano nella settimana del design, terminata lunedì scorso, seguono dati in linea con le migliori previsioni: i visitatori intervenuti al Salone Internazionale del Mobile, nelle sue varie sezioni, sono stati 190.000, oltre il 50% dei quali provenienti dall’estero. Una crescita di oltre 10%, che ha coinvolto anche il pubblico generico, che nella giornata dedicata di domenica ha toccato quota 20.000 unità.
“Il moderato ottimismo della vigilia si è trasformato in certezza – ha dichiarato Rosario Messina, presidente di Cosmit -. Il risultato dimostra che in momenti di crisi vengono premiate fiere leader, che lavorano da anni per fornire servizi che accontentino tutte le tipologie di utenti: espositori, visitatori e stampa”.
Buona la performance del Salone Internazionale del Mobile e di quello del Complemento, che da qualche anno sembra abbiano trovato la giusta formula, collocati per stili all’interno della medesima maglia espositiva. Il Bagno e il Tessile per la casa, all’interno rispettivamente dei padiglioni 13 e 17, hanno lavorato in sinergia con Eurocucina, che si svolge ogni due anni.
Confermata la bontà dell’introduzione del tema trasversale per Eimu: Work & Emotion ha proposto agli espositori interessanti spunti progettuali, apprezzati anche dai visitatori. Pienone anche per il Salone Satellite, dove l’attesa per le proposte degli stilisti Rosita Missoni e Paul Smith - che hanno voluto cimentarsi con l’allestimento del ristorante all’interno della mostra ideata da Adam D. Tihany, Dining Design – è stata pienamente premiata. Apprezzato da critici e giornalisti anche l’evento “Intrecci”, che ha visto le artiste Florencia Martinez dall’Argentina e Helen Murray dalla Gran Bretagna utilizzare le stoffe delle aziende espositrici del settore Tessile per la casa come punto di partenza per inediti percorsi creativi.
A queste vetrine hanno fatto da importante corollario tutta una serie di iniziative ed eventi ad alto tasso creatività disseminati per l’intera città: una settimana “diversa” per Milano, che in questo periodo è parsa davvero particolarmente vivace e in fermento.
e.a.
stats