I programmi di Baldinini per il 2006

Dopo aver chiuso il 2005 con una crescita del fatturato del 30% a circa 38 milioni di euro, i programmi del calzaturificio del Mariella Burani Fashion Group prevedono l’apertura di due boutique a Roma e di altre dodici vetrine nel mondo, il lancio di un profumo femminile e la pubblicazione di una monografia.
La crescita del giro d’affari è stata sostenuta dal consolidamento sui mercati esteri, dalla penetrazione nei Paesi emergenti e dal consistente sviluppo della linea Baldinini Uomo, che affianca le collezioni Donna e Trend e che nelle ultime stagioni ha raddoppiato dimensioni e fatturato.
Ma l’azienda continua a scommettere anche sul mercato italiano, tanto che annuncia il prossimo il debutto a Roma di due punti vendita: a primavera in via del Babuino mentre a poca distanza, in via Veneto, proprio accanto all’Harry’s Bar, sarà completato entro l’anno il remake dell’altra boutique.
Anche la sede del calzaturificio a San Mauro Pascoli è stata recentemente oggetto di un profondo restyling, con un intervento di ridistribuzione delle aree e la caratterizzazione degli spazi con accenti di design.
A completare questo scenario di rafforzamento del brand, nasce inoltre il profumo Baldinini: è già stato siglato un accordo con la Schiapparelli Pikenz per la produzione e la distribuzione sul mercato internazionale di una fragranza femminile.
Forte di questi risultati, l’azienda si prepara a celebrare i trent’anni di attività con la pubblicazione a breve di una monografia dedicata a Gimmi Baldinini: una panoramica del percorso creativo del designer, con una selezione di close-up sui suoi pezzi storici.
Alla luce dei nuovi progetti in cantiere, la previsioni per il 2006 sono di mantenere stabile l’indice di crescita raggiungendo a fine anno il traguardo di 45 milioni di euro di fatturato.
cmo.
stats