IT Holding chiude in perdita i primi nove mesi dell’anno

Le incertezze congiunturali pesano sui conti di IT Holding. La società guidata da Tonino Perna ha registrato ricavi a nove mesi pari a 468 milioni di euro (-6,9%) e una perdita netta di 10,1 milioni di euro rispetto all’utile di 6,6 milioni di euro dell’analogo periodo 2007; migliora, invece, l’indebitamento netto. Nel 2008 prevista una riduzione del fatturato consolidato dell’8%.
Rallentamento dell’economia a livello globale, riduzione dei consumi: il turnover di IT Holding è arretrato in tutti i principali mercati di riferimento, dall’Italia (-6,4%) all’Europa (-7,6%), all’America (-18,8%). Unica nota positiva l’area “Resto del Mondo”, in cui i ricavi sono incrementati del 6,9%, con la buona performance del Medio Oriente in progresso del 4,2%.
La società molisana, cui fanno capo brand come Gianfranco Ferré, Exté e Malo, ha riportato nel periodo gennaio-settembre un ebitda di 83,2 milioni di euro (-15,7%) e un ebit di 27,9 milioni di euro, in calo rispetto ai 45,9 dello stesso periodo 2007. Se confrontato con il 30 settembre dello scorso anno inoltre, l’indebitamento netto si è ridotto di 57 milioni di euro, attestandosi a 295,4 milioni di euro (dai precedenti 352,4).
“Nell’esercizio 2008 IT Holding, considerando il difficile contesto e la conclusione della raccolta ordini per la stagione primavera-estate 2009 - ha affermato Tonino Perna, presidente e ceo del gruppo - conta di raggiungere un livello di ricavi consolidati in riduzione di circa l’8% rispetto all’esercizio 2007 e una marginalità, in termini di ebitda, che si attesti fra il 15 e il 16% del fatturato”. Alla data odierna, precisa il comunicato della società, lo stato delle trattative con Billy Ngok non consente alcuna comunicazione ulteriore (vedi anche fashionmagazine.it del 12 novembre 2008).
d.p.
stats