"If you speak fashion, you speak Italian": l’Ice rilancia il made in Italy negli States

Al via con questo mese la campagna promozionale promossa dall’Istituto nazionale per il commercio estero (Ice) per promuovere la moda made in Italy negli Stati Uniti. "If you speak fashion, you speak italian" è il titolo dell’iniziativa, che ha Eva Riccobono, ritratta per l’occasione in una serie di scatti in luoghi simbolo di Roma, come ambasciatrice (nella foto, la top model sulla passerella di Roccobarocco).
Presentato nell’Hearst Building di New York alla presenza del ministro dello Sviluppo Economico Claudio Scajola e di Umberto Vattani, presidente dell’Ice, il progetto prevede lo stanziamento di 3,5 milioni di dollari per il periodo ottobre 2009–aprile 2010. Il fondo sarà investito in azioni per stimolare gli acquisti dei prodotti italiani da parte di buyer statunitensi, la vendita diretta di capi nostrani e per il rilancio dell’ "Italian dream" nell’immaginario dei consumatori d’oltreoceano.
Si inserisce nell’ambito della proposta dell’Ice, che gode del sostegno della Camera Nazionale della Moda Italiana e di Pitti Immagine, l’arrivo di una delegazione di gioiellieri americani a Vicenza Oro Choice e la partecipazione di prestigiosi compratori U.S.A. alla settimana della moda milanese e, in futuro, al Pitti Immagine Uomo.
La campagna si avvale della collaborazione con il gruppo editoriale Hearst, che ha in programma l’uscita di servizi speciali nelle riviste Esquire, Harper’s Bazar, Marie Claire, ambientati a Firenze e nella Capitale e di reportage dedicati ad accessori e preziosi made in Italy sulle testate Harper’s Bazar Runway Report e Town & Country.
m.c.
stats