Igedo Company sospende Bodylook

Bodylook non ce l’ha fatta. Nonostante la “pausa di riflessione” dell’inizio di quest’anno e il successivo rientro in pista con il rilancio dell’edizione di luglio, il salone tedesco che fa capo a Igedo Company ha interrotto l’attività.
L’appuntamento tenutosi a Düsseldorf dal 26 al 28 luglio scorsi, in concomitanza con Cpd, avrebbe dovuto costituire infatti una rentrée in grande stile per la kermesse dedicata ad abbigliamento intimo e dintorni, che aveva annullato il rendez-vous in programma dall’1 al 3 febbraio. Però evidentemente, complice la difficile congiuntura economica, gli esiti non sono stati all’altezza delle aspettative.
”Lo scorso luglio il nuovo concept di Bodylook aveva convinto gran parte dell’industria – ha commentato Philipp Kronen, ceo di Igedo -. Lo staff aveva realizzato un ottimo lavoro ma, nonostante molti incontri con i rappresentanti del comparto, non siamo riusciti a raggiungere un accordo sul futuro della rassegna come fiera leader a livello nazionale”. “In qualità di organizzatori abbiamo fatto tutto ciò che era in nostro potere, arrivando alla conclusione che un salone di settore può avere successo solo se offre ai compratori la gamma più completa possibile di prodotti – ha continuato -. E nell’ultimo periodo Bodylook non ha dato al mercato i risultati sperati”.
Bodylook è nato nel 2002 a Lipsia come forum nazionale per intimo, biancheria e calzetteria. Igedo Company ne ha preso le redini a partire dal febbraio del 2006, trasferendolo nella città renana con l’edizione di luglio dello stesso anno.
a.t.
stats