Il Gruppo Burani si espande in Libano con Malia Holding

La partnership tra Burani Designer Holding (Bdh) e il Gruppo Malia Holding, annunciata lo scorso luglio, prende forma con l'avvio di nuovi punti vendita in Libano. In espansione nell'area non solo l'abbigliamento Mariella Burani, ma anche la gioielleria di Facco, Rosato e Calgaro e di altri brand della Casa.
Per operare sul territorio libanese e nei Paesi orientali la holding dei Burani che investe nell'Italian lifestyle e il Gruppo Malia (specializzato nella produzione e commercializzazione di prodotti farmaceutici, cosmetici, profumi, tabacco e alimentari) hanno costituito la Malia Mariella Burani, partecipata da Bdh al 35%.
Uno degli opening più recenti è un corner dedicato ai gioielli Facco presso il department store di Beirut Abc, che segue quelli di Rosato e Calgaro (i tre marchi fanno parte di Gioielli d'Italia, controllata dal Mariella Burani Fashion Group che a sua volta è controllato da Bdh). Sul finire del 2008, invece, sono state inaugurate in città tre boutique rispettivamente a insegna Sebastian (calzature), Sécret Pon Pon (borse e accessori) e Mariella Burani. In quest'ultimo spazio sono stati appena avviati, inoltre, due corner dedicati alle linee jewellery (prodotte da Facco) dei brand della pelletteria controllati dai Burani, Braccialini e Baldinini.
Ma la famiglia emiliana si espande in Libano anche con il business del fine food, grazie all'insegna Chocolat, nell'orbita di Burani Designer Holding dall'inizio del 2008.
e.f.
stats