Il Gruppo Inditex cresce nel primo semestre 2008

Nei primi sei mesi dell’anno Inditex ha registrato vendite per 4,56 miliardi di euro, con un +11% rispetto all’analogo periodo del 2007 (+14% a periodi comparabili). L’utile netto aumenta del 3% a 406 milioni di euro mentre cresce, di oltre 3.000 unità, la forza lavoro (82.547 dipendenti worldwide).
Performance significative sono state messe a segno negli store asiatici e dell’Est Europa, dove il colosso spagnolo punta a consolidare la propria presenza: in queste aree sono previste altre 500 nuove aperture tra il 2008 e il 2009. Intanto è atteso, per il 21 settembre prossimo, l’opening del punto vendita numero 4.000 nel distretto di Ginza a Tokyo. Attualmente il gruppo, cui fanno capo, fra le altre, le catene Zara, Massimo Dutti e Bershka, è presente in 70 Paesi e, al 31 luglio 2008, aveva all’attivo 3.940 vetrine, con ben 249 avvii concentrati nella prima metà dell’anno in corso. Cruciale nella strategia di espansione anche l’ingresso in Ucraina e Corea del Sud, nazioni con un interessante potenziale di sviluppo per i brand di casa Inditex.
A livello distributivo, l’Europa occidentale rappresenta il principale mercato di riferimento, assorbendo il 37,5% del giro d’affari complessivo del gruppo iberico, seguito da Spagna (34,8%), Asia e Eastern Europe (16,9%) e Americhe (10,8%).
d.p.
stats