Il Gruppo Prada approva il bilancio

Il bilancio consolidato del Gruppo Prada chiuso a fine gennaio mostra un ebitda in crescita da 282 a 290 milioni di euro (+2,8%). La performance risente positivamente dell'incremento del 14% delle vendite retail che, spiegano dalla società, “hanno in buona parte compensato il calo dei ricavi wholesale nei department store americani” (nella foto, un modello Prada per il prossimo autunno-inverno).
Nonostante la strategia di sviluppare un proprio canale distributivo si sia rivelata premiante, il fatturato annuale complessivo di Prada Spa ha registrato un -5% rispetto all'esercizio precedente, scendendo a 1,56 miliardi di euro.
Dal gruppo del lusso sottolineano che il miglioramento del cash flow gestionale ha consentito di finanziare tutti gli investimenti (oltre 120 milioni di euro nell'esercizio, destinati soprattutto a nuovi opening, vedi fashionmagazine.it dell'8 febbraio) e di ridurre il debito, passato nell'anno da 555 a 485 milioni di euro.
Non è ancora stato reso noto invece il risultato annuale (i profitti netti dello scorso anno erano pari a 98,8 milioni di euro, dopo i 127 milioni del 2007).
Dichiaratosi soddisfatto, l'a.d. Patrizio Bertelli ha confermato la validità delle linee strategiche adottate, che a suo avviso consentiranno al gruppo di espandersi ulteriormente nel mondo.
e.f.
stats