Il Gufo: parte il "brand merchandising plan"

Sostenere i dettaglianti più grintosi e professionali attraverso un plus di servizio: questa la scelta di una delle aziende storiche della moda bimbo italiana, Il Gufo, attraverso una nuova iniziativa battezzata Brand Merchandising Plan.
“Abbiamo varato questo programma - spiega Alessandra Chiavelli – in base al quale forniamo a una crème di clienti, una ventina su un totale di 300 in Italia, una serie di agevolazioni”. Si va da speciali supporti di merchandising per la vetrina e il packaging (finora riservati solo ai monomarca di Torino, Vicenza, Treviso e Pordenone, cui prossimamente si aggiungeranno opening a Milano e Cortina d’Ampezzo), a “hot pack” di articoli per il riassortimento veloce o la consegna anticipata, fino ad arrivare alla diffusione di look book con utili spunti per il coordinamento dei capi in negozio e a iniziative di aggiornamento periodico nella sede dell’azienda in Veneto, come i seminari di visual merchandising messi a punto in collaborazione con gli esperti della società Venus.
Ma le novità non mancano anche su altri fronti, primo fra tutti il prodotto. “Con l’inverno 2006/2007 – prosegue Alessandra Chiavelli – la nostra gamma taglie si estenderà ai 14 anni e la collezione sarà suddivisa in tre parti”. Sul fronte estero (dove Il Gufo può contare sulla presenza in 200 multimarca), da segnalare il recente accordo in Giappone con Ma Mère, società leader nella distribuzione di childrenswear in questo Paese, e la presenza di nuovi agenti in Benelux, per presidiare al meglio un territorio strategico per il brand.
a.b.
stats