Il lusso tiene nel primo trimestre 2003 di Ppr

Il fatturato trimestrale del gruppo francese Pinault-Printemps-Redoute ha totalizzato 6,3 miliardi di euro, dai 6,7 miliardi del 2002: una diminuzione del 6% a cambi correnti e un incremento del 2,8% a parità di tasso di cambio, ma il settore luxury si mantiene positivo nonostante i tempi difficili.
Il comparto, infatti, ha realizzato ricavi per 714,8 milioni di euro, in rialzo dello 0,3% a cambi correnti (+6% a cambi comparabili).
Più in dettaglio, le vendite di Gucci sono scese dell’8,3%, penalizzate principalmente dal rafforzamento dell’euro. Il calo si è verificato soprattutto in Giappone, Europa e Stati Uniti, mentre i mercati di Taiwan, Corea, Hong Kong e Cina si sono rivelati in controtendenza.
Yves Saint Laurent continua invece a realizzare performance record (+32,8%), trainate dal positivo andamento di pelletteria e calzature. A gennaio 2003 la griffe francese ha al suo attivo 48 negozi diretti, compreso lo store di 930 metri quadrati di via Montenapoleone a Milano inaugurato pochi mesi fa (vedi fashionmagazine.it del 19 dicembre). Per quest’anno, inoltre, sono in programma gli opening di quattro flagship store rispettivamente a New York, Beverly Hills, Hong Kong e Londra. Di rilievo anche il +10,3% di YSL Beauté che si deve non solo alle fragranze, ma anche al comparto cosmetica.
In forte espansione il marchio della peletteria di alta gamma Bottega Veneta che, a cambi comparabili, ha segnato un incremento del fatturato del 90% nel primo trimestre 2003.
Il core business del gruppo, che consiste nei settori retail (fra le insegne anche Fnac e Printemps) e luxury goods, ha registrato un rialzo di periodo del 2,9% (6,2% a cambi comparabili), nonostante l’andamento negativo di Mobile Planet (-23,1% a cambi correnti). Male anche la società dei mobili e attrezzature per l’ufficio Guilbert (-27,8%) per la quale Ppr ha recentemente ricevuto un’offerta di acquisto da parte dell’americana Office Depot ( vedi fashionmagazine.it del 9 aprile).
In questi giorni la società che fa capo al finanziere François Pinault ha nominato un nuovo direttore della comunicazione e delle relazioni istituzionali di gruppo, al posto di Vincent de la Vaissiere. Si tratta dell’americano Thomas Kamm, nel gruppo dal 2000 con un passato di giornalista per il Wall Street Journal.
e.f.
stats