Il nuovo programma di Cotton Council International per il trade italiano

Sono state presentate stamattina a Milano, nel corso di una conferenza stampa, le nuove iniziative rivolte all’Italia da Cotton Council International (CCI) - l’ente non-profit di promozione nel mondo del puro cotone americano - nell’ambito delle strategie di marketing destinate al trade.
Il programma previsto per il 2005 - all’insegna dello slogan "opening up a world of unlimited partnerships" - intende favorire le relazioni commerciali tra i diversi attori della filiera tessile e dell’abbigliamento, nel nuovo contesto competitivo europeo ridisegnato dalla fine dell’Accordo Multifibre.
In concreto - come hanno spiegato il director for Greater Europe e Africa William Rhea Bettendorf e Stephanie Thiers-Ratcliffe, European marketing manager - il Supply Chain Marketing (questo il nome del piano) offre strumenti diversi: da un database di fornitori e produttori di tutto il mondo all’assistenza personale del network e dello staff di CCI, dal supporto tecnico e fashion di Cotton Incorporated (sister company di CCI) all’organizzazione del Sourcing Tour, un calendario di viaggi gratuiti riservati a buyer e operatori del settore in Paesi strategici per la produzione e la fornitura di cotone, quali India, Cina e Turchia.
Fondato nel 1956 come estensione internazionale del National Council of America, CCI - con sede a Washington e uffici a Londra, Hong Kong e Seoul - conta una rete di 436 licenziatari per 470 brand nel mondo.
c.b.
stats