Il rilancio della Luigi Botto con Alberto Bertoni

Alberto Bertoni, ex Loro Piana, ha assunto l'incarico di managing director della Luigi Botto, gruppo tessile che, scongiurata l'amministrazione straordinaria, ora si prepara a una svolta, su più livelli. Tra i primi step del rilancio, la rivisitazione del marchio.
Questo, come spiega Bertoni, per far recepire pienamente al mercato ciò che Luigi Botto rappresenta nell'offerta di tessuti di lana e fibre nobili, sintesi di ricerca e innovazione. A proposito della strategia commerciale, il nuovo manager spiega: “Sarà da un lato quella di consolidare i nostri mercati più tradizionali come l'Europa, il Far East e gli Stati Uniti e, dall'altro, quella di aggredire maggiormente Est Europa, Cina e Sud America: aree, queste ultime, nelle quali possiamo far valere la nostra specifica competenza e ritagliarci un'importante quota di mercato”.
A livello di prodotto, invece, dalla prossima stagione lana e seta continueranno ad avere un peso significativo sulla collezione, ma l'azienda svilupperà anche proposte che declineranno la seta con altre fibre naturali estive, come il lino e il cotone. “Una particolare attenzione verrà data anche alla interpretazione moderna delle fibre più fini, come il cashmere e le lane Super 150'S”, aggiunge Bertoni.
Particolare enfasi sarà data, inoltre, alle performance dei tessuti. Saranno presentati nuovi prodotti, con una particolare attenzione al womenswear. “Lane mischiate a fibre cellulosiche - anticipa il nuovo managing director - saranno utilizzate per ottenere tessuti che simulano effetti tipici di altre fibre. Infine, a conferma del successo dell'ultima stagione, è stata messa a punto una categoria di prodotti 3D, ottenuti sovrapponendo e amalgamando disegni e strutture di origini tessili diverse”.
"Nonostante le vicissitudini di questi anni, l'azienda è strutturalmente sana e ben posizionata sui mercati", ha chiarito Bertone, che conta un'esperienza ultratrentennale in Loro Piana. Nelle stime dei vertici, la Luigi Botto dovrebbe chiudere il 2007 con ricavi per 34 milioni di euro.
e.f.
stats