Immagine Italia & Co.: tessile d'arredo in scena a Firenze

Taglio del nastro per la seconda edizione di Immagine Italia & Co, il salone internazionale dedicato a biancheria per la casa, lingerie e tessile d’arredamento, di scena alla Fortezza da Basso di Firenze fino a lunedì 9 febbraio.
“L’edizione 2009 si apre con un primo risultato importante – ha commentato Rinaldo Incerti, presidente della Camera di Commercio di Pistoia, promotrice dell’evento -. Siamo infatti passati da 207 a 260 espositori, per un totale di 300 brand, su una superficie espositiva di 30mila metri quadrati”.
L’evento si presenta ricco di anteprime e prodotti esclusivi, che intendono attrarre più visitatori possibile da ogni parte del mondo, per battere il record delle 9.700 presenze registrate alla prima edizione. Infatti, grazie a un piano di promozione estera condotto da Ice e Toscana Promozione, l’appuntamento in corso vanta la presenza di delegazioni di buyer internazionali provenienti da Russia, Giappone, Dubai, Kuwait, Usa, Asia e Europa: un risultato importante, considerando il peso dell’export in questo settore per l’Italia, che secondo l’Istat nel periodo gennaio-ottobre 2008 ha fatturato oltrefrontiera un valore di oltre 2,5 miliardi di euro.
“Il nostro obiettivo – ha dichiarato l’assessore alle Attività Produttive della Regione Toscana, Ambrogio Brenna – è quello di mettere insieme l’esperienza di realtà di alto livello, per dare vita a un evento capace di promuovere l’intero comparto e l’antica cultura del saper fare, tipica delle produzioni artigiane italiane”.
I marchi in mostra propongono il trend dell’"home loving", che intende far riscoprire il piacere di prendersi cura del proprio habitat con una serie di prodotti innovativi, tra i quali il cotone biologico certificato di Cotonificio Zambaiti, l’accappatoio Spaziale Splendy in 100% microfibra tnt, super leggero e rapido nell’asciugatura, di Gil e il tessile da cucina ispirato alla trasmissione tv "La prova del cuoco" dei F.lli Carillo. In questa prima giornata non è mancata una sfilata di intimo, presentata da una decina di espositori che hanno interpretato con le proprie linee “La vanità, i vizi e virtù” della donna di oggi.
b.b.
stats