In Cina si inaugura lo Shanghai International Circuit con un evento fra moda e mondanità

Riflettori accesi sulla moda italiana nei prossimi giorni a Shanghai: infatti, in occasione dell’inaugurazione il 6 giugno del più grande circuito automobilistico di tutto il Far East, la Ferrari e la Camera Nazionale della Moda Italiana, insieme all’Ice-Istituto per il Commercio con l’Estero, organizzano una kermesse tra fashion e mondanità.
La Casa automobilistica italiana è madrina del nuovo Shanghai International Circuit, il cui taglio del nastro è fissato il 6 giugno con una parata di auto e modelle, che indosseranno le creazioni di sei griffe provenienti dal nostro Paese: Blumarine, Gianfranco Ferré, Laura Biagiotti, Mariella Burani, Valentino e Versace.
Ma già domani sera, presso la Shanghai Exhibition Hall, un pubblico di “happy few” (si parla di 500 invitati fra vip e giornalisti) parteciperà al Gran Gala Ferrari, il cui momento clou sarà un défilé.
L’iniziativa si inserisce nel contesto del progetto “La moda italiana nel mondo”, elaborato dalla Cnmi in seguito alla firma dell’accordo di settore siglato lo scorso febbraio dal ministro per le Attività Produttive, Adolfo Urso e dal presidente della Camera, Mario Boselli.
Si tratta di un programma volto a sostenere l’internazionalizzazione del fashion system della penisola, il cui cardine è l’attività promozionale (svolta in collaborazione con l’Ice) nei mercati non solo consolidati, ma anche emergenti, dove la classe dei nuovi ricchi sta prendendo forma più rapidamente di quanto si pensi.
a.b.
stats