India: ulteriore svolta per la legge sulla titolarità al 100% dei monomarca

Arriva un nuovo via libera nella "saga" sulla completa attuazione del Foreign Direct Investment, che permetterebbe ai brand internazionali di essere titolari al 100% dei loro monomarca. È stata però aggiunta una clausola inaccettabile, soprattutto per le griffe del lusso: il 30% dell'assortimento dei negozi deve essere fornito da piccole imprese e artigiani locali.
Dopo l'approvazione del Governo indiano e il successivo blocco del Parlamento (vedi fashionmagazine.it rispettivamente del 25 novembre e del 6 dicembre), adesso i marchi stranieri potranno gestire direttamente i loro store, anche se parte dei prodotti in vendita dovrà essere indiano.
Questo nuovo vincolo, come sottolineano da Fondazione Altagamma, appare inaccettabile in special modo per un'azienda che basa la sua forza sul made in Italy: per questo motivo la nota associazione ha già inviato una lettera al ministro dell'Industria e del Commercio Anand Sharma .
e.c.
stats