Inditex: i ricavi annuali salgono a 10,4 miliardi di euro

Il colosso spagnolo dell'abbigliamento Inditex (nella foto, l'amministratore delegato Pablo Isla) ha archiviato il bilancio 2008 con un turnover di 10,4 miliardi di euro, in aumento del 10% rispetto all'anno precedente, quando però contava 573 negozi in meno. A periodi comparabili le vendite risultano invariate.
Il bilancio annuale del gruppo, proprietario di insegne come Zara, Bershka e Massimo Dutti, mostra un ebitda passato da 2,15 a 2,19 miliardi di euro e un ebit in leggero calo, a 1,6 miliardi dai precedenti 1,65. Pressoché invariato l'utile netto, che tocca quota 1,253 miliardi (da 1,25 miliardi del 2007).
In 12 mesi la società del fast retail ha inaugurato 573 store, raggiungendo così i 4.264 punti vendita. Mentre i negozi al di fuori della Spagna rappresentano ormai l'85%, sono Francia e Italia i mercati su cui Inditex ha investito maggiormente (48 e 47, rispettivamente, gli spazi inaugurati nel 2008) nella Vecchia Europa. L'espansione ha interessato anche l'Est Europa e l'area asiatica, con 194 opening complessivi.
I vertici confermano per il 2009 che l'espansione del business resta una priorità. Per questo è in programma un incremento della superficie di vendita di 230mila metri quadrati, per il 95% distribuiti sui mercati internazionali.
e.f.
stats