Inditex investe sulle calzature

La spagnola Inditex progetta di investire sul business legato al footwear, dal momento che gli ambiziosi progetti di raddoppiare le proprie dimensioni nel giro di cinque anni influenzano tutti i segmenti del business.
Come riferisce il giornale britannico Cinco Dias, Inditex sta cercando candidati per riempire delle posizioni manageriali presso il centro logistico spagnolo del footwear, Tempe, compreso il ruolo di direttore del settore “operation e It”, e altre cariche legate al prodotto, agli acquisti e al design. Tempe, che ha sede a Elche, Alicante, disegna e distribuisce scarpe per tutte le catene dell’azienda, che comprendono Zara, Stradivarius, Massimo Dutti, Pull & Bear, Bershka, Oysho, Kiddy’s Class e Often. La produzione viene effettuata tramite subfornitori in Spagna, Protogallo e Asia.
Nel decennio trascorso, il centro di distribuzione del footwear ha aumentato il proprio staff da 70 a 500 persone. Circa 14 milioni di paia di scarpe partono dal centro ogni anno, un numero che potrebbe arrivare a 28 milioni se i progetti di crescita di Inditex porteranno a raddoppiare il numero degli store dagli attuali circa 2.250 a circa 4.500 entro il 2010. 24.500 metri quadri della struttura sono dedicati alla logistica. Inditex ha fatto il proprio ingresso nel business delle scarpe con le calzature da bambino nel 1990.
fi
stats