Inizio d'anno molto positivo per Luxottica

Il gruppo dell'occhialeria Luxottica (nella foto, l'a.d. Andrea Guerra) chiude il 2011 con un utile netto di 452,3 milioni di euro, in progresso del 12,5% rispetto a un anno prima: una performance che consente di incrementare dell'11,4% il dividendo, portandolo a 0,49 euro per azione. E il 2012 parte sotto i migliori auspici: gennaio e febbraio sono cresciuti a cifra doppia rispetto a un anno prima.
"Ritengo che questo possa essere un anno ricco di grandi soddisfazioni e la naturale evoluzione del 2011, se continueremo a essere determinati e allo stesso tempo semplici e veloci: numerose sono le opportunità per una solida crescita di Luxottica, sia nei mercati emergenti che in quelli più maturi - ha anticipato Andrea Guerra -. Nel 2011 abbiamo infatti gettato le fondamenta per garantire il nostro successo anche nel futuro: abbiamo incrementato di circa il 30% gli investimenti, attraverso l'espansione delle nostre catene di negozi, abbiamo rafforzato ulteriormente il nostro portafoglio marchi, aumentato la capacità produttiva, e migliorato le nostre piattaforme tecnologiche". "Nei prossimi anni - ha aggiunto - ci si presenta l'opportunità di servire due miliardi di potenziali nuovi consumatori in tutto il mondo: una sfida che puntiamo ad affrontare con grande entusiasmo e determinazione".
Nello scorso esercizio Luxottica ha raggiunto la cifra, record per la sua storia, di 6,2 miliardi di giro d'affari, in aumento del 7,3% rispetto all'anno prima. Nel quarto trimestre, invece, i ricavi si sono attestati a 1,5 miliardi (+12%) e i profitti hanno raggiunto i 64,4 milioni (+16,8%).
Nel 2012 il gruppo stima un aumento oltre il 30% del fatturato nei mercati emergenti, a fronte di una crescita tra il 4% e il 6% in Europa Occidentale. In Nord America è previsto un incremento in un intervallo tra il 5% e il 7% sul fronte retail (a periodi omogenei) e un progresso sopra il 15% a livello wholesale.
e.f.
stats