Ipo Moncler: possibile ok della Consob ai primi di giugno

Il Gruppo Moncler, che all’inizio di aprile ha presentato domanda per la quotazione a Piazza Affari, potrebbe ricevere il via libera della Consob tra il 6 e il 7 giugno mentre il range di prezzo delle azioni dovrebbe essere fissato nei giorni successivi. Le scadenze e la struttura dell’operazione non sono ancora state ufficializzate, ma da più parti cominciano a essere tratteggiati i prossimi step per l’approdo in Borsa.
Si ipotizza inoltre che si tratterà di un’offerta pubblica di vendita e sottoscrizione, dove la società di private equity Carlyle metterà probabilmente a disposizione una parte consistente della propria partecipazione (dal 2008 pari al 48%).
Il gruppo del Galletto – che vede tra i soci il presidente Remo Ruffini (38%), Brand Partners 2 (partecipata da Mittel con il 13,5% del capitale) e il management (0,5%) – ha scelto come global coordinator Banca Imi (che agirà anche in qualità di responsabile del collocamento per I'Ipo e sponsor), BofA Merrill Lynch e Morgan Stanley International.
Lo scorso anno l’azienda ha raggiunto i 428,7 milioni di euro di ricavi, in aumento del 14,8% rispetto al 2009. L'ebitda 2010 è aumentato del 32,4% a 102,1 milioni e l’utile ha superato i 52 milioni di euro, in salita del 47,9%. In una passata intervista rilasciata alla carta stampata da Marco De Benedetti, il managing director del fondo Carlyle in Italia aveva preannunciato che Moncler poteva essere valorizzata circa un miliardo di euro, pari a circa 10 volte il margine operativo lordo.
e.f.
stats