Ipotetico giro di poltrone per Prada

Voci di stampa annuncerebbero diversi tagli negli uffici stile dei principali marchi del gruppo Prada, peraltro non confermati dall’azienda, che ufficialmente si limita a far sapere che le collezioni Prada e Miu Miu sono firmate dalla stilista. Dopo gli addii di Jil Sander (in novembre) e di Helmut Lang (lo scorso mese), ora sarebbe la volta di altri designer.
Dalla divisione Miu Miu si sarebbero staccati Ivana Omasic, che seguiva il prêt-à-porter donna e lo stilista della linea uomo, sostituiti rispettivamente da Antonio Fontana, ex coordinatore di Prada, e da una designer proveniente da Jil Sander. Entrambi sarebbero supervisionati da Fabio Zambernardi e naturalmente da Miuccia Prada.
Un taglio sarebbe stato dato anche alla voce styling con l’allontanamento di Katie Grand, nota stylist inglese. Per l’uomo Prada ha congedato David Bradshaw, sostituito da Manuela Pavesi, con un passato da stylist per Blumarine. Immutata, invece, la situazione per quanto riguarda il marchio Prada, affidato a Rodolfo Paglialunga per il prêt-à-porter femminile e a Leonardo Pucci per le borse. c.b.
stats