Isko: dalla Turchia alle Marche con un nuovo spazio

Non una showroom nel senso comune del termine, ma una “Iskoteca”: così Isko, produttore turco di denim d’alta gamma e leader mondiale nel settore, ha tenuto a battesimo nel weekend un nuovo spazio nel nostro Paese, a San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno).
Inaugurata con una festa a Senigallia, l’Iskoteca si estende su 360 metri quadri e ospita circa 2.500 capi d’archivio (ma presto saranno 5mila), realizzati da Isko nel corso degli anni. Si tratta principalmente di pantaloni cinque tasche, ma anche top e giacche in denim trattati con particolari finissaggi, lavaggi, tinture e sporcature, adatti a fornire input creativi agli uffici stile di aziende di jeans e moda. Ciascun modello è “tracciabile”, ossia può essere riprodotto esattamente come l’originale, sia nel materiale che nel trattamento.
“Intendiamo fornire un ulteriore servizio ai nostri clienti” commenta Moreno De Angelis, responsabile dell’Iskoteca. “Suddivisa in due aree e non pensata per la vendita - informa - questa struttura si compone di un piano dedicato all’esposizione degli sviluppi più innovativi delle stagioni recenti e di un piano inferiore, interamente focalizzato sulla ricerca e l’archivio storico di ben 25 anni d’attività”. L’azienda è impegnata in una complessiva operazione di branding, volta a collaborare in maniera sempre più stretta con i nomi top del mercato del jeanswear di tutto il mondo.
“Il nostro scopo è costruire partnership pensate secondo le esigenze di confezionisti, designer, brand e specialisti nei lavaggi” commenta Agostino Parati, a.d. di Isko Italia. “Vogliamo trasformare Isko nel miglior ‘Quality Ingredient Brand’ del settore denim” aggiunge Marco Lucietti, global brand manager della realtà turca.
Fondato nel 1983 e attivo dal 1990 sul mercato internazionale, Isko è uno dei maggiori produttori di denim al mondo (secondo l’azienda, il maggiore), con una capacità produttiva di 200 milioni di metri e una produzione di oltre 100 milioni di metri l’anno e 2.500 articoli in portafoglio. Il 90% del prodotto è destinato al mercato estero - solo in Italia la società lavora con oltre 100 confezionisti di jeans - ed esistono 35 uffici diretti in tutto il mondo. L’azienda conta 3mila impiegati, studia e realizza interamente le sue collezioni in Turchia e possiede 1.200 telai automatizzati nell’impianto avveniristico di Inegol.
Isko, che ha registrato un fatturato di 700 milioni di euro nel 2009, appartiene alla holding Sanko Group della famiglia Konukoglu, che dà lavoro a 13mila persone e ha interessi in diversi settori oltre al tessile, che rappresenta il 50% delle entrate del gruppo. Alla holding fa capo anche un’industria specializzata in filati di cotone, la Sanko Textil.
m.c.p.
stats