It Holding: chiesta breve proroga per l’iter ministeriale

L’iter che dovrebbe portare all’approvazione del programma per It Holding, presso il ministero dello Sviluppo Economico, ha ottenuto una proroga. I commissari straordinari hanno chiesto di poter integrare la documentazione con nuovi dati sull’indebitamento del gruppo.
Lo riferiscono a Reuters una fonte ministeriale e un’altra vicina ai commissari Stanislao Chimenti, Roberto Spada e Andrea Ciccoli. Il 9 novembre era stato presentato al ministro Scajola il piano e l’approvazione era attesa nel giro di un mese.
“Alla luce della verifica delle istanze di ammissione al passivo giunte al Tribunale di Isernia, i commissari hanno chiesto di poter aggiornare alcuni dati, soprattutto in merito all’indebitamento”, ha rivelato la fonte vicina ai tre professionisti. Il debito della società molisana ammonta a circa 1,15 miliardi di euro, di cui oltre la metà è infragruppo e per circa 500 milioni è riconducibile ai creditori, tra fornitori, banche e bondholder.
Mentre sul tavolo dei commissari ci sarebbero una sessantina di manifestazioni di interesse per It Holding, si rincorrono sulla stampa le ipotesi sul futuro dei brand del gruppo: per Malo e Ferré ora potrebbe profilarsi un vero e proprio bando d’asta e non una vendita tramite trattativa privata.
d.p.
stats