It Holding: siglata l’intesa con i sindacati

I commissari straordinari di It Holding hanno raggiunto e siglato ieri un’intesa programmatica con le organizzazioni sindacali nazionali per dare inizio alle procedure di attivazione della cassa integrazione straordinaria. È atteso a breve il via libera del ministero dello Sviluppo Economico all’asta per il brand Malo.
L’accordo, come riporta un comunicato, consente di accelerare l’avvio degli ammortizzatori sociali strutturali a tutela dell’azienda, nel quadro del programma industriale volto ad assicurare un futuro solido al gruppo, attraverso la valorizzazione delle sue tre business unit: Ittierre, Malo e Gianfranco Ferré. Le parti, aggiunge la nota, hanno convenuto di collaborare nel definire le modalità applicative della cassa integrazione a livello territoriale.
Intanto emergono nuovi potenziali acquirenti per Malo. Tra i pretendenti al controllo dell’etichetta specializzata in cashmere, primo asset della società in amministrazione straordinaria ad andare all’asta (poi sarà la volta di Gianfranco Ferré e Ittierre), oltre a Moncler e Cruciani (forse in tandem con il finanziere Toni Rossi), sono spuntati negli ultimi giorni i nomi di Luisa Spagnoli, del gruppo tessile Ciocca (che detiene una partecipazione nel marchio Drumohr) e di Saverio Moschillo: l’imprenditore irpino sarebbe interessato anche a Ittierre (cui fa capo il business delle licenze, che annovera brand come Just Cavalli, Galliano ed Ermanno Ermanno Scervino).
d.p.
stats