Italian Fashion: pronto al debutto il marchio Mfc Hawaii

Si chiama Mfc Hawaii la nuova linea entrata a far parte del portfolio licenze di Italian Fashion, l’azienda di Urbania (Pu) produttrice e distributrice dei marchi Maggie, Miss Maggie, Fiorucci, Zsa Zsa Lawinsky e Bull’s Eye (di proprietà). Un’etichetta di streetstyle al maschile, pronta a debuttare nei negozi con l’autunno-inverno 2006/2007.
L’accordo di licenza, della durata di dieci anni, prevede la produzione e la distribuzione a livello mondiale della collezione hawaiana, composta da circa 70 pezzi dedicati agli appassionati di surf e non solo, con un core-target tra i 16 e i 30 anni: felpe con e senza cappuccio, pantaloni comodi, preferibilmente con tasconi e dal fit attuale. Le T-shirt costituiscono il leitmotiv della linea, con un set di proposte caratterizzate da grafiche innovative, pensate per chi passa con nonchalanche dalla vita metropolitana a quella sulle onde. A fare da trait d’union fra l’impostazione stilistica originaria del marchio e la creatività di Italian Fashion è la designer Lisa Miele.
Mfc Hawaii è un’iniziativa nata nel 1986 ad Haiku, una piccola località nel North Shore dell’isola di Maui, alle Hawaii, con l’intento di disegnare e produrre accessori da surf e windsurf. Alla fine degli anni Ottanta un ragazzo italiano di 18 anni, Pio Marasco, si trasferisce nell’isola di Maui per vivere della sua passione e diventare professionista del surf. Inizia immediatamente a far parte del progetto Mfc, fino a quando ne acquisisce la guida, nel 1996. Nel 2003 ha preso il via anche Mfc Core Optics, un eyewear disegnato alle Hawaii e prodotto in Italia.
“Per la prima stagione – spiega a fashionmagazine.it Tarcisio Galavotti, direttore generale e responsabile prodotto di Italian Fashion – l’azienda prevede di lanciare la nuova collezione in almeno 200 punti vendita in Italia, jeanserie e negozi specializzati, mentre all’estero le piazze commerciali da conquistare sono in primis la Spagna e il Portogallo, seguite da Germania, Giappone e Grecia”.
a.t.
stats