Italservices: una capsule per Cycle e un progetto top secret in fase di start

Gli ottimi risultati del 2009 fanno da volano per i nuovi progetti di Italservices. L’azienda padovana (etichette Met, It’s, Cycle, Heavy Project e Fake London) lancerà a Bread & Butter un nuovo business ancora top secret, mentre è in fase di sviluppo l’internazionalizzazione dell’etichetta Cycle, pronta a esordire con la capsule Proto Cycle, rivolta a 200 top retailer nel mondo.
Forte di un fatturato di 70,05 milioni di euro, in crescita del 9% rispetto al 2008, l’azienda padovana prosegue anche nel 2010 il proprio cammino evolutivo. “Abbiamo chiuso le vendite dell’invernale a +25% e i primi dati dell’estivo sono nell’ordine del +20% - racconta a fashionmagazine.it Moreno Giuriato, presidente dell’azienda, allo stand di Cycle a Pitti Uomo -. Continuiamo a essere impegnati su tutte le linee con un grande lavoro di ampliamento della compagine manageriale e organizzativa”. “E siamo pronti a debuttare con un nuovo business”, aggiunge con fare sibillino. Da Cycle, oggi, c’è un nuovo sales director, Mirco Rota, che lavora all’internazionalizzazione della collezione. Un’etichetta che oggi realizza in Italia il 95% del suo giro di affari, che rappresenta circa il 35% del giro di affari dell’intero gruppo.
“Abbiamo stretto accordi con distributori e partner in nuovi Paesi fra cui Germania, Svizzera, Austria, Grecia ed Est d’Europa e ora siamo in trattative per la Russia - racconta a fashionmagazine.it Mirco Rota -. Mercati che si aggiungono alla Spagna, al Benelux, alla Norvegia e alla Cina, dove siamo già presenti”. L’obiettivo, ora, è arrivare a realizzare il 50% del giro di affari in Europa e creare le basi per andare in Giappone e negli Stati Uniti.
“Sul fronte del prodotto, la grande scommessa è alzare la distribuzione, lavorando molto a livello qualitativo – aggiunge Rota –. Un discorso che comporterà anche la riduzione del numero dei clienti”. Un percorso di innalzamento del target che ha condotto all’elaborazione di un nuovo progetto, la capsule collection Proto Cycle, riservata a 200 top retailer in tutto il mondo: quattro capi per l’uomo e quattro per la donna, l’embrione di un discorso che potrebbe evolvere in futuro. Oggi Cycle, che ha realizzato un venduto del 70% con la collezione estiva, è distribuita presso 450 door in Italia e circa 100 all’estero. Clienti del livello di Penelope a Brescia e Dantone a Milano.
c.me.
stats