Jacques-Antoine Granjon illustra i programmi di vente-privee.com

Con l’apertura di uffici commerciali in Italia a Milano, in Spagna a Barcellona, in Germania a Düsseldorf e nel Regno Unito a Londra, vente-privee.com, leader nell’ambito delle vendite-evento online a prezzi scontati, consolida la sua presenza sui mercati locali e ottimizza la collaborazione diretta con i marchi nazionali. L’obiettivo per il 2009 è raggiungere i 620 milioni di euro di fatturato, con una crescita del 22% rispetto ai 510 milioni di euro del 2008.
Lo ha annunciato il presidente e direttore generale Jacques-Antoine Granjon, ieri a Milano per presentare alla stampa i programmi della società. Nel 2009, vente-privee.com - che ha al suo attivo più di 7 milioni di membri europei e ne registra 8 mila nuovi ogni giorno - prevede di realizzare più di 1.800 vendite-evento. Lo scorso anno l’azienda ha registrato 322 milioni di visite e concluso oltre 1.250 campagne vendita, per un sell out totale di 28 milioni di prodotti.
“Punto di forza del modello vente-privee.com – ha spiegato Granjon - è la gestione completa al proprio interno di ciascuna vendita. Un team di produzione, composto da circa 300 creativi realizza i trailer, le musiche e tutta la grafica all’interno di 18 studi fotografici, cinque studi video e altrettanti studi di registrazione, per offrire ai visitatori e ai brand una perfetta location online”.
160 informatici sviluppano, migliorano e adattano quotidianamente il sito, 80 responsabili pianificano e coordinano le vendite, a stretto contatto con il management delle varie label, per valorizzare al meglio i prodotti proposti. Un servizio clienti composto da 75 persone risponde giornalmente alle richieste dei membri del club.
Per gestire la logistica, 300 dipendenti lavorano all’interno dei 125 mila metri quadri dei magazzini di vente-privee.com in Francia, a Parigi e Lione: 55.000 in media i pacchi inviati quotidianamente.
Con oltre 300 assunzioni nel 2008, l’azienda conta oggi più di 900 dipendenti, di 30 diverse nazionalità con un’età media di 31 anni. Il 2009 dovrebbe concludersi con altre 250 nuove assunzioni.
c.mo.
stats