Jam: i risultati premiano il "trasloco" a Colonia

Ottimi i risultati della terza edizione di Jam, il salone sul jeanswear e la moda giovane che ha chiuso i battenti nei giorni scorsi nella Rhine Park Hall di Colonia: i visitatori sono stati 7.200, segno che la decisione di trasferire la manifestazione da Monaco di Baviera, dove è nata, alla città renana è stata indovinata. Un anno fa gli ingressi erano stati 1.300.
Grazie al cambiamento di location, espositori e buyer hanno potuto usufruire di spazi più ampi, adatti sia al business che all'intrattenimento. In particolare, nell' "outdoor area" brand come Ben Sherman, Campus by Marc O' Polo, Garcia e Timezone hanno potuto allestire stand personalizzati e performance. Di particolare impatto la serata del giorno inaugurale, il 13 luglio: all'evento, battezzato JamSession, sono intervenute circa 1.000 persone, che hanno affollato il beach club Km 689 sulle rive del Reno.
"Si sentiva l'esigenza di un appuntamento come questo in Germania - ha commentato Günther Sommer, marketing & sales manager di Jam -. Ovviamente, ci sono ancora un paio di cose da migliorare, ma il feedback è soddisfacente". "Specialmente al primo piano, dobbiamo rimeditare il mix di marchi - ha precisato Sebastian Klinder, project manager e partner dell'ente organizzatore Munich Fabric Start GmbH - e lavorare affinché ci sia una maggiore integrazione con il resto della rassegna".
a.b.
stats