Jean Paul Gaultier: si profilano le dimissioni di Veronique Gautier

Dovrebbero essere ufficializzate stasera o domani le dimissioni di Veronique Gautier da presidente della Jean Paul Gaultier, un incarico assunto a fine 2008. In precedenza Gautier era stata managing director della pelletteria di Hermès e chairman dell'organismo direttivo di Hermès Parfums (nella foto, un modello di Jean Paul Gaultier per l'inverno 2010/2011).
La notizia, lanciata dal sito fashiondailynews.com, ha scatenato una ridda di supposizioni: perché la 50enne Gautier se ne va, ad appena due anni dalla nomina? Ed esiste un legame con il fatto che pochi mesi fa Hermès ha annunciato a sorpresa la fine dell'era Gaultier alla direzione creativa della label, nominando al posto dell' "enfant terrible" il meno carismatico Christophe Lemaire, a partire dall'autunno-inverno 2011/2012 (vedi fashionmagazine.it del 27 maggio)?
Intervistato dal quotidiano Les Echos, il ceo di Hermès Patrick Thomas ha gettato acqua sul fuoco. "Non esistono fratture - ha dichiarato - e continueremo a essere fedeli azionisti della maison, di cui condividiamo le strategie". Affermazioni che non convincono gli addetti ai lavori: sembra evidente che il clima è cambiato, da quando si vociferava che Hermès volesse addirittura far valere la propria opzione d'acquisto sulla Jean Paul Gaultier, di cui detiene il 45%.
Tra le priorità di Veronique Gautier - "creatura" di Jean-Louis Dumas, scomparso due mesi fa all'età di 72 anni - spiccavano lo sviluppo del business accessori, che incidono per il 20% sul fatturato del brand del prêt-à-porter, e una riorganizzazione delle licenze.
a.b.
stats