Jeckerson passa a Striling Square Capital Partners e Sirius Equity

Le voci diffuse nei mesi scorsi avevano un fondamento: Jeckerson, marchio italiano di abbigliamento casual-chic è passato nelle mani dei fondi. Stirling Square Capital Partners ("SSCP"), società paneuropea di private equity, e Sirius Equity ("Sirius"), specialista negli investimenti in beni di lusso e retail, hanno annunciato oggi di aver siglato un accordo per l’acquisizione del brand da Blue Fashion Group.
L’operazione valorizza l’impresa e il patrimonio netto di Jeckerson rispettivamente a 140 milioni di euro e 125 milioni di euro e pone fine a un’asta competitiva durata 5 mesi e condotta dalla Corporate Value di Marco Colacicco. Interbanca e MPS Capital Services hanno sottoscritto congiuntamente il debito dell’operazione.
SSCP e Sirius sosterranno l’attuale gruppo di manager guidato dall’amministratore delegato Gianni Cantarelli in un piano volto all’espansione dell’etichetta in Italia e allo sviluppo dei mercati internazionali. In tale ottica si punta a rafforzarne la notorietà attraverso maggiori attività di marketing e comunicazione e tramite investimenti selettivi in attività retail.
Nato a Bologna nel 1995, Jeckerson è un venduto in tutta Italia in 600 negozi multimarca indipendenti di posizionamento medio-alto. La politica aziendale basata su una distribuzione selettiva assicura che i prodotti Jeckerson siano venduti solo in negozi partner in grado di fornire alla clientela l’intero assortimento Jeckerson.
SSCP avrà una partecipazione di controllo in Jeckerson. Robert Bensoussan, fondatore di Sirius e più recentemente amministratore delegato di Jimmy Choo, ricoprirà il ruolo di presidente non esecutivo. Oltre a SSCP e Sirius, emerge fra gli investitori una controllata di Goldman Sachs International. Massimo Piombini, Vice President Global Sales di Bally Group, entrerà a far parte del consiglio di amministrazione.
c.me.
stats