Jil Sander passa a un nuovo proprietario e ufficializza una licenza nell’underwear

Operazione conclusa: Change Capital Partners ha annunciato di aver finalizzato gli accordi per la vendita della griffe Jil Sander al gruppo giapponese Onward Holdings e alla sua sussidiaria europea (con base in Italia) Gibò, per un valore pari a 167 milioni di euro. Nuovi accordi di licenza nei settori intimo e mare.
Dall’acquisizione, avvenuta nell’aprile 2006, a oggi, il fondo londinese di private equity ha contribuito a risollevare le sorti del marchio, portandone il margine operativo lordo da una situazione negativa di 12,9 milioni di euro nel 2005 a un valore positivo di 6,1 milioni di euro nel 2007.
Quest’ultimo deal non fa che accrescere il protagonismo sul mercato del lusso europeo della fiorentina Gibò, già licenziataria di maison come Marc Jacobs, John Galliano, Paul Smith, Chloé, Michael Kors, Roberto Cavalli Uomo e Antonio Marras. Nel 2007 l’azienda ha totalizzato vendite per 120 milioni di euro.
Sempre di questi giorni è inoltre l’annuncio dell’alleanza tra Jil Sander e Albisetti, che si è aggiudicata la licenza globale esclusiva per la creazione, produzione e distribuzione delle nuove collezioni intimo e mare uomo e donna della griffe.

Sviluppate in collaborazione con il direttore creativo Raf Simons, le linee saranno sofisticate e lussuose, sul fil rouge della moda firmata Jil Sander, arricchite da materiali hi-tech e da un design che valorizza le forme. 
La prima collezione underwear debutterà sul mercato nell’autunno 2009, quella beachwear nella primavera 2010. Entrambe saranno disponibili nelle boutique monomarca nel mondo, nei grandi magazzini e nei punti vendita specializzati.

 m.g. ed e.b.
stats