Karl Lagerfeld: l'accordo con Hogan, le precisazioni di Chanel e uno statement di Apax

Karl Lagerfeld più che mai al centro delle cronache: dopo che i portavoce di Chanel hanno smentito voci su una sua possibile sostituzione alla direzione creativa della griffe (il successore più accreditato sarebbe stato Alber Elbaz), dai vertici del fondo Apax Partners giungono precisazioni sul futuro del marchio che porta il nome dello stilista. Intanto si profila una partnership con Hogan.
Dell'accordo tra Kaiser Karl (che tra l'altro è stato scelto per realizzare gli scatti del prossimo calendario Pirelli) e uno dei "cavalli" della scuderia del Gruppo Tod's non si sa quasi nulla, se non che prenderà il via con la primavera-estate 2011. "Il genio creativo di Karl Lagerfeld si unirà all'inconfondibile stile di vita di Hogan", recita un comunicato stampa, senza aggiungere ulteriori informazioni.
Una maggiore quantità di particolari viene invece fornita da Apax Partners a proposito degli imminenti sviluppi legati al brand Karl Lagerfeld, prodotto da una sussidiaria del Tommy Hilfiger Group, ceduto nei giorni scorsi da questa realtà leader nel private equity a Pvh Corporation (vedi fashionmagazine.it del 15 marzo). "Il marchio non fa parte del deal con questa società - ha precisato un partner di Apax, Christian Stahl, al sito wwd.com -. Abbiamo intenzione di dedicargli un'azienda ad hoc, di cui comunque resteremo proprietari".
"Commercialmente non è il massimo - ha aggiunto - ma in termini di appeal e riconoscimento internazionale è validissimo". Una vendita non è esclusa, "così come per tutte le altre entità che fanno parte della nostra struttura". Attualmente, come riporta wwd.com, la Karl Lagerfeld Collection al femminile è affidata all'italiana Vaprio Stile, il menswear alla tedesca F.D. Fashion Design, gli occhiali alla statunitense Marchon e la cosmesi, insieme alla profumeria, alla multinazionale Coty.
a.b.
stats