Kpmg non si pronuncia sulla semestrale di Fin.part

Incaricata della revisione della relazione semestrale di Fin.part al 30 giugno 2003, la società Kpmg non ha ritenuto di essere in grado di esprimere un giudizio sull’esistenza dei presupposti di continuità aziendale, a causa dell’attuale situazione di incertezza. Una presa di posizione analoga a quella adottata per il bilancio dello scorso anno.
La posizione finanziaria netta di Fin.part, calcolata al 30 settembre scorso, è stata negativa per 356,3 milioni di euro, in miglioramento rispetto ai -534,3 milioni del 2002 e sui livelli del 31 agosto 2003.
Una nota della holding della moda, riportata dall’Ansa, segnala inoltre che Fin.part "ha ricevuto a ottobre dalle banche linee di credito per 20 milioni di euro a favore delle società operative del gruppo”. Questo "al fine di garantire il mantenimento del supporto al fabbisogno circolante". Sempre in base a quanto segnalato dall’Ansa, "sono in corso contatti con due primari istituti per verificare la possibilità di incrementare l'importo dell'aumento di capitale previsto nel piano 2003-2007 oltre i 70 milioni, per i quali il socio di riferimento Gianluigi Facchini ha assicurato la sottoscrizione. Proseguono infine le trattative per la vendita di Star".
a.b.
stats