L'Ambrogino d'Oro a Dolce & Gabbana e altri riconoscimenti per la moda italiana

È un momento di importanti riconoscimenti per la moda italiana: è ufficiale il conferimento dell’Ambrogino d’Oro a Dolce & Gabbana (nella foto), mentre Brunello Cucinelli ha ricevuto il premio Ernst & Young come Impreditore dell’Anno e Missoni si è aggiudicato l’award come Best Fashion House 2009 durante il Marie Claire Prix De La Mode in Olanda.
Candidati dal sindaco Letizia Moratti, Domenico Dolce e Stefano Gabbana riceveranno l’onorificenza il 7 dicembre, giorno di Sant’Ambrogio, dalla città che ha visto nascere e prosperare il loro brand. "Siamo emozionati e onorati di ricevere questo premio - dichiarano gli stilisti -. Milano non è solo la nostra casa, ma anche il luogo che ci ha permesso di avverare il nostro sogno. Ci ha dato tanto e continua a farlo, per cui siamo molto contenti di poterle restituire con il nostro lavoro un po’ di quello che ci ha donato".
La giuria indipendente del premio Ernst & Young, presieduta da Piero Bassetti, ha deciso invece che fosse Brunello Cucinelli, presidente e a.d. di Solomeo, azienda specializzata nella realizzazione di capi di cashmere a colori, il migliore imprenditore italiano per il 2009. Il riconoscimento varrà a Cucinelli l’opportunità di gareggiare come World Entrepreneur of The Year 2010 a Montecarlo, con gli altri vincitori nazionali dei 50 Paesi in cui si tiene l’iniziativa, nata negli Stati Uniti 20 anni fa. L’evento ha previsto la consegna di ulteriori titoli di merito a 16 imprenditori divisi in diverse categorie: global, innovation, finance, quality of life e communication. In lizza come finalista per quest’ultima sezione anche Remo Ruffini, a capo di Moncler.
L’ambasciatore Franco Giordano ha infine consegnato ad Angela Missoni, presso il Rijksmuseum di Amsterdam, l’onorificenza in virtù della vitalità, longevità e del successo della maison nel mondo, oltre che per l’influenza del marchio sull’attuale panorama fashion.
m.c.
stats