L’Europa rinvia sul marchio d’origine e l’Anci protesta sul FT

Bruxelles boicotta il Sud Europa. Lo denuncia oggi l’Anci sul Financial Times Europe, dopo l’ennesimo rinvio della Commissione sul "Made in". "Urgono leggi nazionali, in attesa che l’Europa istituisca il marchio d’origine obbligatorio per i prodotti extra-Ue", sostiene l’associazione dei calzaturifici italiani.
Come riferisce il presidente dell’Anci, Rossano Soldini, l’incontro dello scorso 27 aprile non ha portato nessuna novità positiva per il settore e pare addirittura che l’ok della Commissione si allontani sempre di più. “Questa inerzia è sorprendente – ha affermato Soldini -. Il provvedimento romperebbe quel silenzio sulla provenienza dei prodotti, che è lo strumento per far prosperare gli interessi di poche grandissime lobby di importatori, a scapito di produttori e consumatori”
e.f.
stats