L’Italia, secondo fornitore del Giappone, promuove la moda nel Sol Levante

L’inaugurazione ieri a Tokio della manifestazione itinerante di promozione del made in Italy "Moda Italia", organizzata dall’Ice, ha fornito l’occasione per diffondere i dati sull’export del nostro Paese verso il Sol Levante: secondo il ministero delle finanze nipponico, nel 2002 le esportazioni italiane di abbigliamento in Giappone hanno raggiunto i 111,95 miliardi di yen (circa 841 milioni di euro al cambio attuale), con una quota di mercato del 5,3% e un incremento del 3,5% rispetto al 2001.
Nel settore dell’abbigliamento, la Penisola si colloca al secondo posto fra i Paesi fornitori del Giappone, dietro il colosso Cina che detiene una quota di mercato del 79,3%, concentrata nella fascia di articoli a basso prezzo.
Tuttavia nel primo quadrimestre 2003 si è registrata un’erosione dell’1,2% dell’export italiano verso il Sol Levante rispetto al corrispondente periodo del 2002, a fronte però di un calo generalizzato dell’1,6% delle importazioni nipponiche e con una crescita del 5,7% della quota di mercato del made in Italy.
Per la pelletteria, le esportazioni italiane in Giappone nel 2002 si sono fermate a 79,9 miliardi di yen (circa 600 milioni di euro), facendo segnare un -11% rispetto al 2001. Con una quota di mercato del 19,5%, l’Italia è tuttavia al secondo posto nella classifica dei Paesi fornitori in questo specifico ambito, dietro la Cina (quota di mercato del 45,7%) e prima della Francia (quota di mercato del 18,6%).
"Moda italia" è una vetrina creata e organizzata dall’Istituto per il Commercio Estero, giunta alla sua 23esima edizione per il Giappone e alla 18esima per Taiwan. Quest’anno ha già fatto tappa dal 10 al 12 luglio a Taipei, attualmente è a Tokio e a seguire, dal 17 al 18 luglio, sarà a Osaka. Le aziende che vi aderiscono, in numero diverso a seconda degli "scali" previsti dal tour, presentano collezioni per la primavera-estate 2004 di abbigliamento uomo, donna, sposa, bambino, intimo, accessori e pellicceria di livello medio-fine e fine. L’esposizione itinerante trova spazio in prestigiosi hotel delle località asiatiche.
e.a.
stats