L’Officina della Moda: esordisce con il brand Esercito Italiano e rilancia l’etichetta di casa

Il traguardo dei 40 anni rappresenta una sfida per L’Officina della Moda, azienda bergamasca che affronta la crisi con nuovi progetti: il riposizionamento e il rilancio del marchio omonimo e il varo di Esercito Italiano, brand su licenza che da sabato 28 febbraio diventa anche insegna di tre punti vendita monomarca.
Il percorso de L’Officina della Moda parte nel 1970 con Confezioni Pina, realtà fondata da Giuseppina e Giulio Villa, genitori degli attuali titolari, quattro fratelli e tre sorelle che si dividono il compito di gestire l’impresa. “Siamo partiti come terzisti per poi diventare produttori in proprio per conto di aziende della grande distribuzione italiana e straniera – racconta a fashionmagazine.it Remigio Villa, amministratore delegato della compagine di Carvico -. Nel 2000 abbiamo creato la rete di negozi L’Officina della Moda e da realtà manifatturiera siamo divenuti un marchio distribuito in canali diretti e affiliati”.
Oggi esistono oltre 70 punti vendita con questa insegna in Italia, di cui 14 flagship di proprietà, più quattro store all’estero in Croazia, Repubblica Ceca e Germania. La collezione è una proposta di fast fashion femminile (una giacca costa 100 euro sell out, un pantalone 50 euro, per citare un paio di esempi), che ha anche una distribuzione tramite 12 agenti in circa 100 plurimarca italiani e 20 stranieri. “L’obiettivo è innalzare il target trasformando il progetto in un brand – aggiunge Remigio Villa -. A tal proposito, puntiamo all’innalzamento del livello dell’offerta con impiego di tessuti di qualità superiore. Parallelamente, scommettiamo sul restyling dei negozi e su un’adeguata comunicazione”. Un piano che dovrebbe assumere una fisionomia ben precisa nell’arco di un anno, entro il quale dovrebbero esserci anche aperture di nuovi negozi.
Con un fatturato di 7 milioni di euro nel 2008, in leggera crescita rispetto a quello del 2007, L’Officina della Moda scommette ora anche sull’universo dello sportswear con la nuova linea Esercito Italiano, licenza su autorizzazione dello Stato Maggiore dell’Esercito Italiano. “Una collezione partita con la primavera-estate 2009, che puntiamo a presentare a Pitti Uomo dal prossimo giugno – chiarisce Villa -. Un’offerta soprattutto maschile di livello medio-alto, per la quale ci siamo affidati a una rete vendita ad hoc, con un posizionamento presso 100 plurigriffe. E che ora diventa anche insegna di monomarca: sabato prossimo aprono in contemporanea tre shop in franchising, presso il Centro Commerciale Galleria Auchan a Curno, l’Iper Alle Valli di Seriate e all’Orio Center. Quest’ultimo verrà inaugurato ufficialmente il 12 marzo.
c.me.
stats