L’Oréal: i ricavi a nove mesi sfiorano i 13 miliardi di euro

Nel terzo quarter dell’anno, chiuso lo scorso 30 settembre, i ricavi consolidati di L’Oréal si sono attestati a 4,27 miliardi di euro, in avanzata del 3,4% a cambi correnti (+2,7% a cambi costanti), portando così il fatturato a nove mesi a 12,9 miliardi di euro, in progresso del 2,2% (+4,4% a valute costanti). Nel 2008 crescita prevista a +4% (dal precedente +6% stimato).
A livello di aree geografiche, il Nord America ha registrato, nei primi nove mesi dell’esercizio, performance negative, con una flessione del turnover dell’8% (-2,3% a parametri costanti), mentre l’Europa ha messo a segno un +1,1% e il resto del mondo - Asia, Est Europa, America Latina e other countries - un convincente +12,5% (a cambi costanti gli aumenti sono, rispettivamente, dello 0,3 e del 15,5%). Sempre nel periodo in considerazione, segno più per tutte le divisioni operative della cosmesi, con il segmento “consumer products”, motore dei ricavi del big d’Oltralpe, che ha totalizzato una crescita del fatturato dello 0,2%, a quota 6,3 miliardi di euro (+4,6% a cambi costanti).
“In questa congiuntura sempre più difficile e dagli sviluppi incerti, consideriamo ora più prudente prevedere una crescita delle vendite per il 2008, a parametri omogenei, vicina a quella raggiunta nei primi nove mesi, vale a dire un +4% circa”, ha dichiarato Jean-Paul Agon, ceo di L’Oréal (vedi anche fashionmagazine.it del 18 luglio 2008). Per ridurre i costi e fronteggiare la crisi il gruppo francese ha annunciato, inoltre, che presto chiuderà uno stabilimento in Gran Bretagna, insieme a quello Sofamo-Biotherm a Monaco (che ora dà impiego a 198 persone), le cui saracinesche si abbasseranno il 31 marzo 2011.
d.p.
stats