L’Ultima Cena prende vita in occasione dei Saloni 2008

È stato svelato oggi in anteprima alla stampa l’intervento che il regista inglese Peter Greenaway ha progettato su un clone perfetto dell’Ultima Cena di Leonardo presso la Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale nell’ambito dei grandi eventi promossi da Cosmit in occasione dei Saloni 2008.
Da domani al 4 maggio (con chiusura il giovedì, tranne giovedì 17) l’ingresso alla performace è aperto al pubblico dalle 20 alle 23. Sotto gli occhi dei visitatori, la copia del capolavoro vinciano prende vita, infatti, grazie a proiezioni di immagini e di luce che sembrano scaturire dal dipinto stesso, con un sottofondo di voci, suoni e musiche.
Il progetto, curato dal raffinato regista inglese che ama particolarmente l’Italia, si avvale delle più avanzate tecnologie applicate all’arte, grazie al lavoro di un team internazionale di professionisti coordinato da Change Performing Arts.
L’intervento avrebbe dovuto svolgersi sul dipinto originale ospitato nel Refettorio di Santa Maria delle Grazie e replicato sulla copia di Palazzo Reale per permettere a un pubblico più ampio di prendervi parte. Ma le condizioni di estrema fragilità di quella che è forse la più famosa opera d’arte al mondo hanno indotto la Soprintendenza a porre il veto sull’iniziativa originaria.
e.a.
stats