La Camera lancia ufficialmente il progetto "Tutor della Moda"

Mario Boselli ha annunciato oggi il lancio ufficiale del progetto "Tutor della moda": "La Camera – spiega il presidente - propone a tutti gli stilisti "senior" italiani, che grazie alla loro bravura e determinazione hanno raggiunto fama, successo e potere finanziario, di scegliere un creativo "junior", che dimostri di avere delle potenzialità, per aiutarlo a realizzare un progetto imprenditoriale". Si tratta di un’iniziativa che non si limita a pensare al presente della moda italiana ma si proietta anche nel futuro, per aiutare le giovani leve dello stilismo a emergere nella complessità di un sistema sempre più dominato da logiche finanziarie, dove la fresca linfa creativa delle nuove generazioni non riesce ad affiorare.
La Camera aveva già avviato azioni concrete nel recente passato, come il progetto New Designer, un programma di agevolazioni per i giovani stilisti che intendono sfilare in Fiera. “Ma - dice il presidente - abbiamo sentito che occorre fare di più per il futuro del made in Italy”.
Di qui l’idea di Boselli, ispirata dalla giornalista del Sole 24 Ore Paola Bottelli, di lanciare agli associati della Camera questa proposta rivoluzionaria: lo stilista senior, il tutor, dovrebbe collaborare con il junior prescelto per contribuire a sviluppare la sua azienda con consigli, suggerimenti, ma anche apporti concreti.
“Non si tratterebbe quindi di un inserimento nella struttura del tutor – chiarisce Boselli, che ben conosce la diffidenza di molti dei protagonisti del made in Italy – bensì di un’operazione esterna e indipendente. Per esempio il tutor potrebbe assumere una partecipazione, anche di minoranza, nell’impresa dello stilista junior. Si tratterebbe di un gesto di generosità, ma anche di un ‘venture capital’ e quindi di un’azione che, nata per altruismo, potrebbe rivelarsi un buon investimento”.
Le modalità di collaborazione sarebbero lasciate alla libera e autonoma scelta dei due attori: la Camera si mette a disposizione per fare incontrare domanda e offerta e, se richiesto, per offrire assistenza nella definizione dell’accordo.
c.mo.
stats