La Fédération aggiorna il calendario della settimana parigina della moda maschile

Quando mancano 15 giorni alla fashion week maschile di Parigi, la Fédération Française de la Couture du Pret-à-Porter aggiorna il calendario: la kermesse prende il via il 27 del mese con nomi del calibro di Mugler e Raf Simons, per concludersi il primo luglio con Paul Smith e Thom Browne.
Il giorno 28 vede tra i grandi assenti Jean Paul Gaultier: in questa stagione il couturier ha optato per una presentazione in showroom ma ha annunciato che qualche look salirà in pedana nei giorni della haute couture. In quella data sono invece in lista griffe come 3.1 Phillip Lim, Issey Miyake Men, Rick Owens e, dal pomeriggio, Louis Vuitton, Viktor & Rolf Monsieur, Walter Van Beirendonck, Yohji Yamamoto, Dries Van Noten ed Henrik Vibskov (al posto di Adam Kimmel, che ha deciso di prendersi un anno sabbatico, vedi news di oggi). Il venerdì successivo vanno on stage anche Junya Watanabe Man, Ann Demeulemeester e, in serata, Givenchy, John Galliano e Berluti. Kenzo, Maison Martin Margiela, Dior Homme ed Hermès sono in programma sabato, mentre tra i protagonisti di domenica si leggono Lanvin, Paul Smith e Thom Browne.
Il brand di cui tutti parlano è però il californiano Band of Outsider disegnato da Scott Sternberg, guest fashion designer un anno fa a Pitti Uomo. La sua linea sarà presentata dal 27 giugno e per 60 ore di seguito, in una galleria d'arte del Marais non ancora resa nota, attraverso una performance inedita e che ricorda, sulla base delle indicazioni preliminari date dalla stampa locale, i reality show. Il modello che indosserà tutti i pezzi della collezione dormirà infatti nello spazio e un équipe di stilisti lavorerà 60 ore di seguito sotto gli occhi dei visitatori e di migliaia di navigatori, che potranno seguire l'esibizione su internet.
Tra le rentrée figura Pierre Cardin: domenica primo luglio lo stilista ritorna sulle passerelle maschili, dopo 6 anni di assenza, nell'ambito di Tranoï.
stats