La Francia stanzia un fondo per i giovani imprenditori del fashion

Il ministro dell'industria francese Eric Besson ha ufficializzato il lancio di un fondo di garanzia per i giovani imprenditori del settore moda, sull'onda delle agevolazioni per gli emergenti del settore avviate nell'ultimo triennio. Alla sovvenzione contribuiranno lo Stato, il Defi, Comitato per lo sviluppo economico dell'abbigliamento e l'Ifcic (Istituto per il finanziamento del cinema e della cultura).
Verrà stanziata una somma di 1,5 milioni di euro che, addizionata alle disponibilità dell'Ifcic, permetterà la copertura di un credito compreso tra i 12 ai 15 milioni di euro.
Il provvedimento risponde al bisogno di capitale delle aziende nate da poco tempo e si unisce ad altri due strumenti di sostegno: il finanziamento per i giovani stilisti lanciato lo scorso settembre dal ministero della cultura e delle comunicazioni insieme alle maison Balenciaga, Chanel e Louis Vuitton e il precedente Fonds Mode et Finances, gestito dalla Caisse des Dépôts et Consignations, che ha stanziato 10 milioni di euro nel 2009 ed è stato esteso alla durata di 14 anni.
Besson ha annunciato inoltre la creazione di un gruppo di lavoro dedicato ai brand emergenti della filiera del fashion e del lusso, con il compito di "individuare gli ostacoli, manageriali o finanziari, per lo sviluppo dei nuovi marchi e stabilire le strategie per costruire un sostegno alla loro crescita". L'annuncio è stato dato alla presenza di quaranta stilisti rappresentanti l'haute couture, il prêt-à-porter e il childrenswear. Tra questi, hanno partecipato Bouchra Jarrar, Gaspard Yurkievich, Nicolas Andreas Taralis, Yiqing Yin, Béatrice Ferrant e Gustavo Lins.
c.le.
stats