La Russia ancora in crescita nei primi 10 mesi del 2008

Nei primi 10 mesi del 2008 le esportazioni della moda made in Italy verso la Russia sono progredite dell’11,7%, arrivando a poco meno di 1,4 miliardi di euro. Il Paese rappresenta il nostro quarto mercato di sbocco a livello mondiale e addirittura il secondo se si considera la sola moda femminile.
Secondo i dati elaborati dal Centro Studi Smi in occasione della partecipazione italiana a Cpm (vedi notizia di oggi su fashionmagazine.it), più di due terzi del nostro export sono ascrivibili, infatti, alla donna: vestiario esterno (cresciuto nel periodo considerato del 13%), maglieria (+25%) e calzetteria (+12%). Mentre per quanto concerne il menswear, che incide per poco più di un decimo sul totale del fatturato, l’abbigliamento esterno è progredito dell’11%, la maglieria del 22,4% e la camiceria del 44,1%, per un valore di 15 milioni di euro.
Sebbene gli ultimi mesi abbiano fatto registrare un rallentamento, la Russia e i Paesi Csi sono considerati strategici da Ente Moda Italia, l’organizzazione preposta a promuovere la moda made in Italy attraverso le partecipazioni fieristiche all’estero, impegnata in questi giorni anche a New York nell’ambito di Fashion Coterie, salone del womenswear dove i brand italiani sono 25.
e.a.
stats